The Kitchen Tales of Wally
Vai ai contenuti

Menu principale:

Arrosto di vitellone

ricette
Ingredienti
  • 2 kg di pesce di vitellone

  • 100 gr di lardo in una fetta unica

  • 5 rametti di rosmarino

  • 2 spicchi d'aglio

  • 1 cucchiaio di mix secco per arrosti

  • 1 lt brodo di carne

  • Q.B.  sale e pepe

Caratteristiche
  • Tipologia         Secondi di carne

  • Difficoltà        ««

  • Costo               € €

  • Tempo di preparazione          40 min

  • Tempo di cottura                    60 min

  • kcal/100 gr                             


Attrezzature utilizzate

spago da cucina, tegame medio, ago per lardellare, teglia, pirofila

Cottura: Mista FORNELLO/FORNO

Preparazione
Rimuovete dalla carne nervi, pellicine e tendini (1). Prendete il lardo e riducetelo in strisce da 5x5 millimetri, dopo di che prendete un ago per lardellare e bloccate una striscia dentro quest'ultimo (2). Legate per bene l'arrosto (3).


Prendete l'ago con il lardo e infilzate la carne (4) passate da parte a parte  (5); in questa maniera il lardo attraverserà per tutta la lunghezza l'arrosto (6).  



Una volta fuori uscito il lardo, staccate l'ago e ripetete l'operazione fino a completare le strisce di quest'ultimo, quindi,  eliminate   le parti eccedenti tagliandole a filo dell'arrosto  (8-9).



Prendete i rametti di rosmarino e infilateli sotto lo spago, salate, pepate e cospargetela con mix di spezie per arrosto (10). Mettete sul fuoco una padella con olio EVO ed uno spicchio d'aglio, quindi ponete l'arrosto a rosolare. Sigillate bene la carne ruotandola su tutti i lati (11). Fatto questo sfumate con il vino bianco (12).




Trasferite la carne dentro una teglia insieme al suo sugo (13). Prendete la sonda del termometro e infilzatela fino al cuore dell'arrosto (14), quindi trasferitela in forno a 150°. Regolate il termometro a 64° e attendete che raggiunga detta temperatura per avere una cottura perfetta. Bagnate spesso la carne con il brodo in temperatura e  successivamente con il sugo formato nella teglia. Pelate le patate e date loro la forma "nature", tagliate a metà (15)



e ancora a metà, a "mascotte" per il lungo (16). Trasferite le patate in una pirofila e condite con olio Evo, sale, pepe, ed un trito di rosmarino fresco e aglio (17), cuocete in forno a 220° per 30-40 minuti. Appena raggiunta la temperatura di 64 gradi estraete la carne e fasciatela con l'alluminio (18), tenetela da parte mentre le patate cuociono.  



Procedete eliminando l'olio ed il grasso dalla teglia, portate nuovamente sul fuoco e sciogliete un cucchiaino di fecola di patate in una tazzina con acqua fredda. Aggiungete il contenuto della tazzina al fondo di cottura, quindi mescolate (19-20) fino ad ottenere una salsa non troppo densa. Tagliate l'arrosto e servitelo accompagnato dalle patate e dalla sua salsina (21).





Nessun commento
Consigli e curiosità

Un grande secondo della cucina italiana e internazionale. Non si può assolutamente sbagliare la cottura, la sonda vi aiuterà indicando la temperatura al cuore della carne.
Lardellare questo taglio di carne significa aggiungere grassi e sapore all'intero arrosto; provate a eseguire questa operazione su tagli di carne particolarmente magra non ve ne pentirete.

Il taglio delle patate porta il nome di mascotte


Potete usate le punte tagliandole a julienne finissima e utilizzarla per la guarnizione sia essa cruda o cotta a secondo dei gusti.

Vino consigliato: Sfursat Carlo Negri DOCG - NINO NEGRI  

© 2014-2017 The Kitchen Tales of Wally by Zanirato Walter  vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza autorizzazione scritta
Torna ai contenuti | Torna al menu