The Kitchen Tales of Wally
Vai ai contenuti

Menu principale:

Eataly

Pare, che Eataly sia diventato ambasciatore dei prodotti italiani nel Mondo. Farinetti anni fa ebbe un'intuizione grandissima, riunire il meglio dell'enogastronomia italiana sotto il brand ormai famosissimo di "EATALY". Non so se siete mai stati dentro uno dei negozi o di un ristorante collegato, ma posso garantirvi che è comunque una piacevolissima esperienza.
Potete trovare il meglio dell'eccellenza italiana, perchè il brand "EATALY" nasce riunendo un gruppo di piccole aziende che lavorano nei diversi settori dell'enogastronomia: dalla famosa pasta di grano duro di Gragnano alla pasta all'uovo piemontese, dall'acqua delle Alpi Marittime al vino piemontese e veneto, dall'olio della riviera ligure di Ponente alla carne bovina di razza Fassone piemontese ai salumi e formaggi della tradizione italiana.
I grandi prodotti sono finalmente disponibili a tutti con il concetto di sostenibilità a prezzi ragionevoli. Questo è un concetto che può apparire discordante ad un primo esame, tuttavia vi invito a questo ragionamento:
spesso giro per aziende a cercare prodotti ed eccellenze da inserire nelle mie ricette, a volte percorro anche centinaia di chilometri per visitare alcune aziende e mi rendo conto che sia i costi dei prodotti acquistati sia il costo della trasferta per averli e di gran lunga maggiore di quello che pagherei comprandolo presso uno store "EATALY". Chiaramente ci sono le eccezzioni dei prodotti che trovo a chilometri zero, ma non senpre è così. Certo voi direte, al supermercato costa molto meno, so benissimo cosa paga la grande distribuzione per esempio agli agricoltori, e sappiamo bene quanti passaggi ci sono dall'agricoltore ai banchi. Dunque è evidente che il rapporto diretto di EATALY con le sue aziende fornitrici permette un discorso di sostenibilità alla filiera agroalimentare. Non per ultima la qualità dei prodotti; raramente al supermercato prezzo e qualità corrispondono (salvo qualche eccezzione chiaramente). Nel mio ultimo viaggio negli States sono andato a visitare il negozio sulla 5th Avenue a New York... mi sono realmente sentito a casa.
Una bellissima sensazione, vedere un fiume di newyorker (e non solo) comprare i nostri prodotti, ti rende orgoglioso. Non puoi non entrarci perchè la folla che si accalca fuori e dentro il negozio ti incuriosisce e allora scopri gli stessi prodotti che usi abitualmente e vedi la gente riempire i cestelli di cibo e vino della nostra Italia. Ecco cosa intendevo all'inizio, EATALY è una vetrina sul nostro paese che ha un forte richiamo e non posso che essere felice di chiunque proponga questo anche come canale turistico. Forse noi italiani dovremmo imparare a valorizzare di più quello che offre il nostro paese invece di offrire al resto del Mondo la vetrina del marcio che è solamente dovuta alla nostra classe politica. Tanta gente onesta che lavora faticosamente, e si impegna per rendere un pò più vivibile il nostro paese, migliaia di aziende e di idee, un territorio ed una storia unica questa è l'Italia. Non mi resta che ringraziare Oscar Farinetti e tutti i suoi collaboratori per aver concepito il progetto "EATALY", augurare buon lavoro e se potete fate un passo nello store è sempre una piacevole esperienza.

Alla prossima.

                      Wally


© 2014-2017 The Kitchen Tales of Wally by Zanirato Walter  vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza autorizzazione scritta
Torna ai contenuti | Torna al menu