The Kitchen Tales of Wally
Vai ai contenuti

Menu principale:

Filetti di tracina in umido

ricette
Ingredienti
  • 500 gr di tracine

  • 600 gr di polpa di pomodoro

  • 75 ml di vino bianco

  • 200 gr di scalogno

  • 1 cucchiaio di prezzemolo riccio

  • Q.B. olio EVO, sale e pepe

Caratteristiche
  • Tipologia:        Secondo di pesce

  • Difficoltà        ««

  • Costo               €      

  • Tempo di preparazione          30 min

  • Tempo di cottura                    35 min

  • kcal/100 gr                             N.D.


Attrezzature utilizzate

Coltello per sfilettare

Cottura: FORNELLO

Sconsiglio di pulire questo pesce in casa, fatelo fare dalla pescheria poichè è pericolosissimo, nel caso decideste di farlo da voi procedete come segue: infilate il dito indice nella bocca del pesce e trattenetelo con il pollice sotto la gola (tenetelo così e non vi succederà nulla) squamatelo (1), quindi eliminate immediatamente la testa con tutta la protuberanza branchiale (2 [qui risiedono da entranbi i lati due spine velenose]), potete ora decidere di procedere in sicurezza eliminando le spine velenose vicino alla testa (3[asportate almeno 5 mm di carne sotto queste ultime visto



che sotto di queste si trovano le sacche velenifere]). Eviscerate, lavate e sfilettate le tracine (4-5-6) facendo molta attenzione eliminate la pelle. Pulite lo scalogno, tagliatelo a rondelle (7) e mettetelo a rosolare in una padella con un



filo di olio evo (8) senza farlo colorare eccessivamente (usate un fuoco basso). Una volta pronto aggiungete la polpa di pomodoro (9) e continuate la cottura per 15 minuti. Aggiungete un pizzico di zucchero e aggiustate di sale, quindi



ponete i filetti di tracina nel sugo (10) e fate cuocere per qualche minuto. Ultimate con un po di prezzemolo riccio fresco tritato finemente e una macinata di pepe di mulinello e servite immediatamente con il suo sughetto (11).



Nessun commento
Consigli e curiosità

Un pesce tanto pericoloso quanto buono, assolutamente immancabile nelle zuppe di pesce. Polpa delicatissima per una ricetta estremamente semplice. Se lo gradite potete aggiungere un pizzico di peperoncino e ovviamente omettere il pepe finale.

P.S. Volete un'alternativa a questo secondo di pesce? Vi consiglio allora di realizzare un ragù diminuendo il pomodoro del 30% e di servirlo con degli ottimi spaghetti di grano duro trafilati al bronzo, cotti in abbondante acqua salata.  

Vino consigliato: "Rosa dei frati" riviera del garda bresciano doc                              Cà dei Frati

© 2014-2017 The Kitchen Tales of Wally by Zanirato Walter  vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza autorizzazione scritta
Torna ai contenuti | Torna al menu