The Kitchen Tales of Wally
Vai ai contenuti

Menu principale:

Sashimi

ricette
Ingredienti

Dosi per 2-4 persone

  • 2 scamponi; 2 gamberoni

  • 4 mazzancolle; 2 pettini cotti

  • 2 bastoncini di kani tagliati a metà

  • 1 pezzo di tentacolo di polpo

  • 30 gr di tamago yaki

  • 50 gr di ventresca di ricciola

  • 50 gr di ventresca di tonno

  • 50 gr di filetto di branzino

  • 50 gr di filetto di tonno

  • 50 gr di filetto di salmone

  • 50 gr di filetto di ricciola

  • 50 gr di filetto di orata

  • Q.B. wasabi, gari

  • Q.B. salsa shoyu, sakè

Caratteristiche
  • Tipologia:        sashimi/giapponese

  • Difficoltà        «««

  • Costo               €  € €  €    

  • Tempo di preparazione          30 min

  • Tempo di cottura                    3 min

  • kcal/100 gr                             N.D.


Attrezzature utilizzate

Coltello per sushi

Cottura:quando indicata FORNELLO


Incidete i lati degli scampi con un coltello affilato (1), quindi praticate un'incisione nel ventre per eliminare il filo intestinale (2). Eliminate il carapace (3) mantenendo la testa e la coda attaccata ed integra quindi sciaquate sotto l'acqua corrente e fate



sgoggiolare gli scampi (4). Potete scegliere a questo punto se servirli crudi oppure cotti al vapore. Prendete la tamago-yaki e afettatele come preferite ricavandone almeno 6 pezzi (5). Affettate i pettini ricavandone 3 fettine da ognuno di essi (6). Pulite il



intentacolo del polpo lasciando attaccate le ventose e affettate maniera non troppo sottile (7). Parate i gamberi cotti lessati verso la testa e tagliate in diagonale le code per dare un motivo estetico (8). Tagliate un trancio di ventresca di tonno (9)


chiamata anche  "toro" e scottatela pochi secondi per lato su una padella unta di olio (10).  Lasciate raffreddare e affettate alla maniera sashimi (11). Ripetete l'operazione con la ventresca di ricciola, spruzzando con sakè quando rosolata (12). Lasciatela


raffreddare , quindi affettatte anche questa con tagli precisi (13). Passate ora ai crudi affettando in sashimi i vari filetti. Partiamo dall'orata (14), dal branzino (15) e proseguite con gli altri pesci. Eseguite i tagli in base al tipo di filetto e di decoro che volete




eseguire nel piatto; considerate inoltre che il giusto spessore del pesche per il sashimi e di 5-6 millimetri.  Affettate ora la ricciola (16), quindi pulite e preparate i gamberi da servire crudi (17). Ora ricavate un a porzione di filetto di tonno (deve essere magrissimo per essere servito crudo), quindi affettatelo (18).




Tagliate anche il salmone (19) ed iniziate a comporre il piatto come più vi aggrada (20). Servite con salsa shoyu, gari e wasabi a parte.



 

Consigli e curiosità

Il sashimi è un piatto "semplice" da realizzare dovete comunque investire sulla materia prima e sull'assortimento dello stesso.
Il sashimi non deve essere assolutamente considerato sushi in quanto manca il su-meshi. E' considerato il piatto principale in giappone ed è infatti servito nelle cene formali. Paradossalmente continuo a chiedervi di usare pesce freschissimo, ma sappiate che in giappone, il sushi viene realizzato con pesci ancora vivi pochi secondi prima di essere utilizzati per le preparazioni.

ABBATTETE IL PESCE PRIMA DI CONSUMARLO CRUDO

Bevande consigliate: sakè GEKKEIKAN, birra Asahi


Nessun commento
© 2014-2017 The Kitchen Tales of Wally by Zanirato Walter  vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza autorizzazione scritta
Torna ai contenuti | Torna al menu