The Kitchen Tales of Wally
Vai ai contenuti

Menu principale:

Gnudi al polpo

ricette
Gnudi al polpo
Ingredienti
  • 250 g di polpo lessato

  • 300 g di patate "farinose"

  • 250 g di pomodorini datterini "confit"

  • 50 ml di vino bianco secco

  • 50 g di olive taggiasche denocciolate sottolio

  • 4 cucchiai di farina 00

  • 3 filetti di acciuga sottolio

  • 1 uovo

  • 1 mazzetto di timo fresco

  • 1 spicchio d'aglio

  • Q.B. Farina 00, sale e peperoncino (facoltativo)

Caratteristiche
  • Tipologia:        secondi di pesce

  • Difficoltà        ««

  • Costo               €  €     

  • Tempo di preparazione          30 min

  • Tempo di cottura                    50 min

  • kcal/100 gr                             N.D.


Attrezzature utilizzate

Cutter minipimer, padella, pentola grande, schiaccia patate,

Cottura: FORNELLO

Procedimento

Partendo da acqua fredda lessate le patate e pelatele; frullate il polpo (1). Rosolate a fuoco dolce nell'olio E.V.O. lo spicchio d'aglio e i filetti di acciuga fino a farli sciogliere, aggiungete i pomodorini confit, le olive taggiasche (2) e sfumate con il vino bianco. Per ultimo aggiungete al ragù, le foglioline di timo. Schiacciate le patate (3) e allargatele nella ciotola per farle raffreddare. Mettete a bollire una capace pentola con acqua salata.




Aggiungete il polpo tritato, l'uovo e i quattro cucchiai di farina e mescolate aggiustando di sale (4). Vi consiglio di effettuare una prova di cottura prima di completare tutti gli gnudi. Bagnandovi le mani formate delle palline di 3-4 centimetri di diametro e passatele nella farina (5). Abbassate il fuoco sotto la pentola (deve solo sobbollire) e aggiungete pochi gnudi alla volta e lessateli brevemente e fino a quando vengono a galla (6).  




Scolateli direttamente dentro la padella con il ragù e fare insaporire velocemente (7). Servite subito e decorate con un ciuffetto di timo (8).



Consigli e curiosità

La difficoltà maggiore di questo piatto, è dare la giusta consistenza all'impasto degli gnudi. Usate patate farinose o vecchie, schiacciatele subito, ma attendete che diventino fredde per aggiungere la farina. Fate dunque delle prove prima di completare queste "polpette" (io ho ritoccato l'impasto due volte); se necessario potete aggiungere ancora poca farina (poca mi raccomando) o del formaggio grattuggiato abbastanza neutro (un Grana Padano da 9 mesi va benissimo). Il risultato è ottimo credetemi.


Vino consigliato:
Moie Riviera Ligure di Ponente - Pigato DOC -                                                                      RAMOINO


Nessun commento
© 2014-2017 The Kitchen Tales of Wally by Zanirato Walter  vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza autorizzazione scritta
Torna ai contenuti | Torna al menu